luglio 2009


Salve,
scrivo qui per segnalarvi l’uscita di un’antologia, colpevole di ospitare il mio racconto “Tutta colpa degli oasis”.
L’antologia è edita dalla 9muse.net.

Titolo: Amore 2.0 – amori liquidi e ipertecnologici
Autori: Albert Wayne-Alessandro Bastasi-Antonio Zoppetti-Carla Reschia-Grazia Cicciotti- Dario Rivarossa-Silvia Désirée Icardi (la Desy)-Elena Colombo-Francesca Panzacchi-Gianluca De Salve-Marialuisa Amodio-Massimo Junior D’Auria-Leo-Riccardo Scirè-Rita Porretto-Sara Ronco-Silvia Dal Lago
genere: racconti
formato: brossura
pagine: 114
prezzo: 12,90 euro
ISBN: 978-88-903365-6-0
La copertina

Ti ha lasciato in 160 caratteri?
Ti ha conquistata con le faccine? 🙂
Se galeotto fu il telefonino, se la notte non dormi aspettando un suo messaggino, se di giorno guardi mille volte il display aspettando che si illumini, se gli mandi 200 sms al giorno, se sul suo telefonino hai beccato un messaggino sospetto, se controlli la posta compulsivamente nell’attesa della “sua” email, se ti ha incantata con la poesita sul suo blog che sembrava scritta proprio per te, così come sembrava alle altre ventidue… se l’hai conosciuto su internet e pensavi fosse amore e quando l’hai incontrato hai scoperto che era un calesse, se ti innamori delle parole…

Inoltre aggiungo di essere stato selezionato per un’antologia della delos,
invito i lettori(rari) di questo blog a partecipare, le selezioni sono ancora aperte.
ecco l’iniziativa

That’s all, folks!
Saluti.

Nuova segnalazione per un libro, da poco uscito, per i tipi della “Leone editore” .

Si tratta del romanzo d’esordio di Luca Marchesi, “L’ultima notte di nebbia-Il mostro e le streghe della Bassa”.

La copertina

COLLANA: Gli scapestrati
FORMATO: 14×21
PAGINE: 168, brossura
PRIMA EDIZIONE: 2009
ISBN: 978-88-6393-005-4
PREZZO: 14,50 Euro

Ecco la quarta di copertina:

Quell’ottobre se lo ricordano tutti, nella Bassa. La nebbia, compagna di mille autunni, sembrava inghiottire cose e persone con una voracità mai vista in precedenza. Il maresciallo Milano indaga sulla scomparsa di una ragazza del posto. La gente crede che se la sia portata via il leggendario Ciribecco, il mostro delle brume. Favole locali, pensa il carabiniere. Ma non è così. La malvagia creatura sta davvero raccogliendo le forze per scatenare tutti i suoi istinti e inghiottire in un boccone di nebbia il paese, la regione, il mondo. Tenuto a bada per secoli dalle streghe della Bassa, ora nemmeno queste sono più in grado di arrestarlo. Resta una speranza: scovare i quattro cavalieri di cui parla una vecchia profezia. Solo loro, opportunamente addestrati dalla vecchia stria Noemia, possono affrontare il Ciribecco nella battaglia finale.

Ecco invece delle informazioni sull’autore:

L’autore
Luca Marchesi vive a Medolla (Modena) con la moglie Elena e il figlio Alessandro.
È laureato in lettere moderne. È un grande appassionato di libri, sport e cani.
Ha iniziato a lavorare come giornalista presso un’emittente televisiva locale. Ha diretto periodici e portali web. Collabora con quotidiani e riviste e cura l’ufficio stampa di diversi enti pubblici.
Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati in antologie.

That’s all, folks!

“I diavoli della Zisa” è sicuramente un libricino interessante. Partendo dalla storia che è condensata in poche pagine, per finire allo stile, mai invasivo, che scorre fluente. Le descrizioni sono precise, evidente il lavoro che c’è stato dietro, ma senza scadere mai in inutile prolissità o intenzione di allungare il brodo. Le vicende del corto-romanzo si sviluppano nel duemilanove e nel milletrecentoquarantadue, nonostante l’espediente dello sbalzo temporale sia stato già usato molte volte, ne “I diavoli della Zisa” è reso sapientemente e detta, a parer mio, molto bene i tempi della storia. L’autore gioca sapientemente sui misteri riguardo al sepolcro di Federico II e riguardo alla morte di Pietro II di Sicilia, nonostante l’interpretazione sia data per esigenze di fiction, c’è una coerenza di fondo che la rende assolutamente verosimigliante. Personalmente ho apprezzato, da amante della storia, maggiormente la parte “storica” piuttosto che quella “medica” e attuale, penso che al di là delle preferenze di ognuno, questa parte sia oggettivamente riuscita meglio, anche se qualcuno con peculiarità diverse dalle mie sarà libero di smentirmi. Il tratteggio dei personaggi è ben riuscito nonostante le poche pagine a disposizione dell’autore, anche qui, a parer mio, la bilancia pende a favore dei personaggi della parte “storica”, che ritengo più incisivi e meglio costruiti, ho apprezzato particolarmente Pietro e Bianca che sono, tra l’altro, i veri protagonisti di questo corto romanzo, penso che molti potranno identificarsi nell’uno o nell’altro, Pietro può indubbiamente rappresentare l’essere umano gravato da oneri e responsabilità che a volte nemmeno richiede, è palpabile la sua inadeguatezza per quel ruolo che gli spetta per diritto di nascita. Riepilogando “I diavoli della Zisa” nella sua brevità è un romanzo godibilissimo che tiene avvinto il lettore, come ogni buon romanzo dovrebbe fare. I suoi punti di forza sono indubbiamente:
– personaggi ben tratteggiati;
– storia ben costruita;
– scene evocative;
– descrizioni precise, ma coincise;
– stile fluido, mai prolisso o invasivo.

Un libro sicuramente consigliato.

Riporto dal forum del WD, due nuove iniziative di incontro con l’autore. Una delle due è proprio oggi.

Writer’s Dream è lieto di annunciarvi i prossimi due incontri con l’autore: nostre ospiti saranno due autrici della scuderia de La Penna Blu edizioni.

Mercoledì 1 luglio, ore 16:00
Ospite Loredana La Puma, autrice di “Il cerchio si è chiuso”

Il cerchio si è chiuso è un romanzo che sconvolge, lasciando nella mente del lettore quel dubbio insolubile, quella sensazione strana che fa guardare tutto con occhi diversi.

Elli Giordano è una ragazza di vent’anni con una vita normalissima, tutta famiglia, studio e amici. Se non fosse per quella sua particolarità: a volte ha l’impressione di poter percepire le emozioni e i pensieri altrui. Ma l’incontro con un uomo misterioso stravolgerà per sempre la sua esistenza. Cosa la lega a due organizzazioni segrete, a una stirpe leggendaria e a un ciondolo magico che giace inutilizzato da oltre settecento anni?

Accompagnata da persone straordinarie che intrecceranno indissolubilmente la loro vita con la sua, Elli scoprirà inquietanti segreti ed entrerà in un universo ignorato dal mondo intero. Da un giorno all’altro vedrà la sua vita minacciata da pericoli che non avrebbe mai potuto neanche immaginare.

Sarà un viaggio imprescindibile, un’avventura necessaria a comprendere la sua stessa natura. Una continua ricerca della risposta a un’unica, ineffabile domanda: chi è veramente Elli Giordano?

Un real fantasy di grande fascino, ambientato nell’odierna Palermo.

Lunedì 6 luglio, ore 16.00
Ospite Cinzia Pierangelini, autrice di “Il professor Scelestus”

Il professor Scelestus è il nuovo romanzo di Cinzia Pierangelini.

Dallo spiraglio aperto filtrava una strana luce azzurrina.
«Ohhh!»
«OHHH!»
«OOOHHH!»
«Cavolo!» esclamò per ultimo Tyson.
Immersa nella luce azzurra, c’era un’enorme grotta formata da antri e cunicoli, con volte e gallerie che sembravano infinite.
Una vera casa da mago.

Il professore puzza come un uovo marcio,
non insegna nulla,
ha l’aspetto di un dinosauro carnivoro,
possiede un orologio strano,
mangia insetti a colazione,
bisbiglia da solo guardandosi nelle tasche.

Non mancate!

Buon divertimento per chiunque voglia partecipare,
e buona giornata al resto.

Saluti,
Massimo