maggio 2010


Oggi, 31 maggio 2010, ricorre la prima giornata nazionale contro l’editoria a pagamento.
Per capire meglio cosa sia l’editoria a pagamento vi invito a leggere il seguente link:
clicca qui

L’editoria a pagamento lede gli autori che non pagano e le case editrici che non richiedono un contributo perché saturano il mercato con tomi spesso e volentieri scadenti(checché se ne dica, se un’opera vale alla fine un editore free lo trova, per quanto possa essere piccolo).
Non pagate per pubblicare!
E’ come se il vostro datore di lavoro vi chiedesse 2’000 euro per assumervi, perché è periodo di crisi.
Un lavoro va pagato!

Gli autori sono i fornitori degli editori, senza i primi, quest’ultimi non potrebbero pubblicare alcunché. Se io ho un negozio, sono io a pagare il fornitore, non il contrario.

Ripeto, non pagate per pubblicare!

Vi lascio i link delle cinque parti che compongono un video, su una tavola rotonda tenuta quest’anno al salone di Torino, proprio sull’editoria a pagamento. Tra i presenti c’è anche Linda Rando, amministratrice del blog e del forum “Writer’s Dream” un importante porto di salvezza per molti scrittori emergenti in cerca di pareri e informazioni.
1
2
3
4
5

Un saluto a tutti,
Massimo

Segnalo l’intervista pubblicata oggi sul blog sussurri dal cuore ad opera della scrittrice Argeta Brozi, a voi il link:

Clicca qui

Buona lettura!

Vi segnalo l’uscita del primo romanzo di Massimiliano Ferraro “Black Russian” per i tipi della Sogno edizioni, sinceramente mi pare una spy-story molto interessante, che presto acquisterò, ecco la trama:

Trama:

Londra, novembre 2006.

Mentre l’opinione pubblica è sconvolta per l’orrendo omicidio del dissidente russo Aleksandr Litvinenko, un agente del servizio segreto italiano, con un passato nel controspionaggio sovietico, indaga sulla presenza in Italia del capo di una misteriosa organizzazione formata da ex agenti del Kgb.
Dalla bella Napoli alla gelida Murmansk si snoda un frenetico viaggio per l’Europa all’inseguimento di un uomo senza volto, ricercato dai servizi di sicurezza di mezzo mondo. Tra poliziotti grotteschi, ex spie con il vizio del gioco d’azzardo ed enigmatici dissidenti, il protagonista viene catapultato in una spy-story moderna e spietata, ma anche più reale di quanto non si direbbe.

Un romanzo in cui la Russia, con i suoi inquietanti misteri e la sua ritrovata smania di potere, entra nella narrazione in punta di piedi, insinuandosi lentamente tra le righe con il sapore austero e ammaliante di un cocktail on the rocks: il Black Russian.

Vi linko anche il booktrailer, molto carino e ben fatto:

L’autore sarà presente anche alla fiera del libro di Torino allo stand A33(sogno edizioni, troverete anche il mio libro), padiglione 1, giovedì 13 dalle ore 17 circa.

Fossi in voi un pensierino ce lo farei!
Un saluto,
Massimo

Altri link:
scheda libro