Premetto che non si tratta di una recensione, ma di una segnalazione anche piuttosto breve, se poi ci sarà il tempo per una recensione più approfondita, la farò.

Il fumetto che consiglio di leggere è uscito proprio questo mese (il 13 se non sbaglio) si tratta del quinto numero de “Le storie” della Bonelli di cui parlavo anche nel post precedente, intitolato “Il lato oscuro della Luna”.

La storia è stata scritta da Alessandro Bilotta, la realizzazione grafica invece è di Matteo Mosca.
Ne consiglio assolutamente la lettura, a soli 3,50 euro vi portate a casa un vero e proprio gioiellino che non sfigurerebbe assolutamente in una libreria di varia (visto che spesso ciò che viene venduto in edicola è considerato inferiore a ciò che si trova in libreria). Davvero una gran bella storia, disegnata bene, ma scritta e pensata ottimamente. Commistione di generi e temi. Bilotta come sempre (già l’avevo apprezzato moltissimi in Valter Buio) dà un affresco credibile e interessante (in alcuni punti anche commovente) dei rapporti tra i personaggi, soprattutto dei rapporti tra i due fratelli protagonisti della storia Lloyd e Tom.
Una storia che a partire dal titolo, scava nel lato oscuro di ognuno di noi (lì dove sono presenti le paranoie, gli incubi e le paure) e che offre più chiavi di lettura dovute alla sottesa ambiguità presente nella storia che incastrata tra simbolico e reale sembra non trovare un unico finale, un’unica rassicurante linearità.

Un volume assolutamente consigliato, anche per chi non fosse un grande appassionato di fumetti.
Una storia da non perdere.