Era il 10 febbraio 2009(non lo ricordo a memoria, sono appena andato a controllare) quando scrissi il primo articolo su questo blog, era un post semplicemente di saluto, uno di quelli che un po’ tutti scrivono quando aprono un blog.
Quando lo aprii, non avevo ancora pubblicato “La vita degli altri”(avevo appena firmato il contratto) e Nero n.9 non era ancora nemmeno nell’aria.

Ora 8000 visite dopo, alcuni abbandoni da parte mia(questo blog è rimasto desolato per più di una volta), varie vicissitudini, siamo ancora qui, con due libri sul groppone, qualche antologia e qualche progetto in cantiere. Ma siamo qui anche contro l’editoria a pagamento e i vari problemi che affliggono questo settore.
E penso che questo sia l’importante!

Speriamo di doppiarle presto!

Un saluto!

Scrivo per segnalarvi l’intervista ad opera di Matteo Max Zapparelli, l’intervista ha toccato vari argomenti, Nero n.9, l’editoria, gli scrittori emergenti, il Writer’s dream.

Un ringraziamento a Matteo per l’ospitalità sui suoi spazi.

Vi lascio il link,
saluti.
Massimo

Leggi l’intervista

Questo dovrebbe essere tipo un post autocelebrativo, ma nemmeno troppo. Abbiamo toccato e superato le 500 visite( per inciso non sono io che entro ed esco). Cercherò nei prossimi giorni di scrivere qualcosa di più interessante, in modo che si arrivi finalmente anche al primo commento, oltreché alle 500 visite. Avete idee, proposte, commenti di qualsiasi tipo? Proponete(ok è un modo per meschino per indurvi a commentare).

Saluti a tutti, ed a presto.

Massimo.

Salve,

questa dovrebbe essere una sorta di presentazione o presunta tale, non potevo esimermi dallo scrivere qualcosa per darvi il benvenuto nell’ennesimo blog.

Mi chiamo Massimo e sono un aspirante scribacchino, in questo blog l’argomento principale sarà la letteratura, si parlerà di scrittura e lettura, con particolare attenzione a tutto il mondo dell’editoria italiana, con annessi concorsi et similia.

Vi saranno varie sezioni, e cercherò di aggiornarle per quanto possibile, senza occupare inutilamente lo spazio che wordpress mi offre, così gentilmente. Sicuramente qualcuno storcerà il naso, sapendo della nascita di un nuovo blog letterario(o presunto tale), ma io amo infastidire la gente, e quindi è proprio quello il mio obiettivo.

Ho scritto anche troppo, vi saluto augurandovi una buona giornata ed una buona permanenza nel blog.

Massimo